Le principal symptôme de l'éjaculation prématurée est une éjaculation incontrôlée soit avant ou peu de temps après un rapport sexuel commence. L'éjaculation se produit avant que la personne le souhaite, avec une stimulation sexuelle minimale. Où commander viagra suisse vous avez trouvé une pharmacie en ligne ici http://trendpharm.com/ viagra. Parfois, une combinaison de problèmes physiques et psychologiques provoque la dysfonction érectile. Par exemple, une condition physique mineure qui ralentit votre réponse sexuelle peut causer de l'anxiété à propos de maintenir une érection. L'angoisse qui en résulte peut entraîner ou aggraver la dysfonction érectile. Una disfunción eréctil puede ser el resultado de afecciones y enfermedades, medicación o estilo de vida. En primer lugar, es un problema físico. A menudo, factores psíquicos como el estrés y el miedo ayudan a mantener o empeorar los problemas eréctiles. Comprar viagra sin receta en barcelona saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.
America LatinaMedio OrienteItaliaBalcaniMediterraneo

Homepage

  • CRIC - Centro Regionale d'Intervento per la Cooperazione ONLUS

    Giovedì 18 Agosto 2011 16:48
  • Fermiamo la strage subito!

    Lunedì 08 Giugno 2015 00:00
  • NAQBA, 15 maggio 1948, ma l'occupazione continua

    Mercoledì 04 Aprile 2018 00:00
  • #GlobalActionDayForAfrin

    Mercoledì 04 Aprile 2018 00:00
  • Incontri

    Mercoledì 04 Aprile 2018 11:10
Cosa Facciamo
Cookies

Questo sito web utilizza cookies.

Continuando a navigare nel presente sito si accetta l'utilizzo di tutti i cookies.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Risorse
Interno CRIC



Ci stanno visitando
 14 visitatori online
Ringraziamenti

Per il sostegno alla strategia di rilancio del CRIC

Ultimi progetti realizzati con il sostegno della Chiesa Valdese, fondi OPM

Sumud, Palestina

Hebron, Palestina

Burkina Faso

Sherazade, Milano

Teddungal, Milano

 

 


Legge n. 124/2017, comma 125-129 dell’art.1

Il 7 febbraio a Milano Salaam ragazzi dell’Olivo Comitato di Milano ONLUS ed il CRIC invitano alla presentazione del libro


Cinquant’anni dopo 1967-2017 I territori palestinesi occupati e il fallimento della soluzione a due Stati

con la partecipazione dell'autrice/autore Chiara Cruciati e Michele Giorgio

 

È trascorso mezzo secolo da quando le forze armate israeliane sbaragliarono con la Guerra dei sei giorni gli eserciti arabi e presero il controllo del resto della Palestina storica. Da allora innumerevoli sono state le risoluzioni internazionali e decine i “piani di pace”, tra cui gli accordi di Oslo del 1993. Ma cinquant’anni dopo la colonizzazione israeliana e le politiche economiche che impediscono lo sviluppo del popolo occupato rendono ormai lo Stato di Palestina solo un’ipotesi sulla carta perché irrealizzabile come entità territorialmente omogenea e sovrana.

La mancata applicazione delle dozzine di risoluzioni delle Nazioni Unite contro l’espansione coloniale e la costruzione del Muro e gli affari miliardari dell’industria militare israeliana dimostrano, secondo gli autori, come la diplomazia mondiale abbia di fatto optato per il mantenimento dello status quo. Oltre vent’anni di fittizio processo di pace hanno istituzionalizzato le pratiche di occupazione, utilizzato la stessa Autorità nazionale palestinese come ostacolo al dissenso e posto definitivamente fine alla soluzione dei due Stati promossa dalla comunità internazionale.

La realtà che abbiamo oggi di fronte è un solo Stato, diseguale e non democratico, che nega il diritto del popolo palestinese alla libertà e l’autodeterminazione. Ma proprio mentre la fragile impalcatura di Oslo entra definitivamente in crisi, israeliani e palestinesi scompaiono dalle cronache dei mezzi di informazione.

Con questo libro gli autori fanno un viaggio negli ultimi cinquant’anni e, intrecciando giornalismo e ricerca storica, riportano alla luce le radici del conflitto israelo-palestinese e ne esplorano le manifestazioni attuali sul terreno. Lo status quo sta aggravando separazione e discriminazione tra israeliani e palestinesi. Il silenzio e l’indifferenza della comunità internazionale e del mondo arabo alimentano un conflitto che si trascina da decenni e i cui nodi rimangono irrisolti.

 

Autrice/autore

Chiara Cruciati, giornalista, scrive di Medio oriente sulle pagine del quotidiano il manifesto ed è caporedattrice dell’agenzia di informazione Nena News (Near East News Agency).

Michele Giorgio, giornalista, da anni vive in Medio oriente da dove è corrispondente del quotidiano il manifesto. Per Alegre ha pubblicato  nel 2012 Nel baratro. I Palestinesi, l’occupazione israeliana, il Muro, il sequestro Arrigoni.

 

 

 

Mercoledì 7 febbraio ore 20.30 Libreria Les Mots,

via Carmagnola angolo via Pepe, Milano (mm2 Garibaldi uscita via Pepe-binario 20, mm5 Isola)


Organizzano:

Salaam ragazzi dell’Olivo Comitato di Milano ONLUS

CRIC Centro Regionale di intervento per la cooperazione ONLUS

Libreria Les Mots

 

https://www.facebook.com/events/2212907615602941/

 
Progetti e Azioni

world_map1

Campagne


 

 


 

sostieni

ire

Reti

 


logos_COCIS

 


 


 


 

ONG_files_logo

Terrecomuni_logo

Noi Abbiamo Scelto Banca Etica