Le principal symptôme de l'éjaculation prématurée est une éjaculation incontrôlée soit avant ou peu de temps après un rapport sexuel commence. L'éjaculation se produit avant que la personne le souhaite, avec une stimulation sexuelle minimale. Où achat priligy france vous avez trouvé une pharmacie online ici https://trendpharm.com/ #priligy . Parfois, une combinaison de problèmes physiques et psychologiques provoque la dysfonction érectile. Par exemple, une condition physique mineure qui ralentit votre réponse sexuelle peut causer de l'anxiété à propos de maintenir une érection. L'angoisse qui en résulte peut entraîner ou aggraver la dysfonction érectile. Una disfunción eréctil es la impotencia de obtener o mantener una erección. comprar propecia en madrid saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.
America LatinaMedio OrienteItaliaBalcaniMediterraneo

Homepage

  • CRIC - Centro Regionale d'Intervento per la Cooperazione ONLUS

    Giovedì 18 Agosto 2011 16:48
  • Stop TTIP

    Lunedì 08 Giugno 2015 00:00
  • abbiamo tempo fino al 30 gennaio

    Giovedì 24 Gennaio 2019 11:41
Cosa Facciamo
Privacy

Questo sito web utilizza cookies.

Continuando a navigare nel presente sito si accetta l'utilizzo di tutti i cookies.

Per maggiori informazioni clicca qui


Politica per la protezione della privacy, attualizzata in base al Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR)

Risorse
Interno CRIC



Ci stanno visitando
 50 visitatori online
Ringraziamenti

Per il sostegno alla strategia di rilancio del CRIC

Ultimi progetti realizzati con il sostegno della Chiesa Valdese, fondi OPM

Sumud, Palestina

Hebron, Palestina

Burkina Faso

Sherazade, Milano

Teddungal, Milano

 

 


Legge n. 124/2017, comma 125-129 dell’art.1

.................................
Banner

 

Pluralità in cammino: interventi a favore dell'interazione sociale e culturale

Pluralità in cammino: interventi a favore dell'interazione sociale e culturale

 

Lombardia - Milano - Italia

DESCRIZIONE

Nucleo della riflessione, della sperimentazione e delle attività del Cric a Milano è l’intercultura, intesa come elemento centrale nel processo di interazione e costruzione di una società multietnica. Con il termine intercultura non si intende una “nuova disciplina” o un “corollario” di quest’ultima, bensì una “cultura contemporanea” che nasca dall’incontro tra culture, storie, linguaggi diversi.

 

Nell’ottica della cultura come diritto di cittadinanza attiva, intercultura significa oggi compiere un salto di qualità e guardare alle comunità straniere non solo come bacino di utenza, contenitore di bisogni e domande, ma come partner con i quali interloquire, in virtù delle risorse che sono in grado di attivare.

OBIETTIVI

L’obiettivo e il contributo del Cric è una marcia a vista da un modello centrato sui bisogni e le carenze degli immigrati ad un modello centrato sulla competenza, che esalta le risorse di cui dispongono le comunità straniere, consapevoli che il passaggio da una prospettiva all’altra non è automatico né, tanto meno, l’esito scontato: si tratta di un percorso che va sostenuto e guidato.

ATTIVITA'

Con i progetti sul territorio milanese il Cric si rivolge a diversi interlocutori e opera in diversi ambiti, all’interno di un unico ragionamento e valorizzando le relazioni costruite in questi anni di presenza e di attività nel quartiere San Siro (Zona 7), dove il Cric ha sede:

 

- le Biblioteche, da sempre depositarie dei valori e della cultura locale e nazionale, ma anche spazio di elaborazione e diffusione del sapere collettivo, oggi sollecitato dalla sfida di una realtà sempre più globale a muoversi verso un orizzonte interculturale

 

- Le Comunità territoriali intese come insieme di persone, gruppi, associazioni, realtà istituzionali che insieme interagiscono nella progettazione di spazi di convivenza e solidarietà

 

- Le Scuole, dove, attraverso percorsi interculturali, laboratori di ascolto e narrazione, interloquire con i futuri protagonisti dell’altro mondo possibile

 

- I Cortili delle case popolari, micromondo interculturale che anticipa la tendenza della nostra società, in cui l’enorme potenziale di risorse della diversità rischia, in contesti marginalizzati, di divenire terreno di continua conflittualità. Differenze culturali e generazionali, bisogni e immaginari diversi rendono spesso difficile la convivenza nel contesto abitativo, che è al contempo spazio del privato e luogo pubblico. Per questo il desiderio di intervenire – anche sperimentalmente – in questo contesto e nelle sue dinamiche, offrendo occasioni di incontro, conoscenza, mediazione fra gli attori, per facilitarne la relazione.

 

 

STATO DEL PROGETTO

In corso

 

 

PERSONA DI CONTATTO

Sara Colombo - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Progetti e Azioni

world_map1

Campagne


 

 


 

sostieni

ire

Reti

 


logos_COCIS

 


 


 


 

ONG_files_logo

Terrecomuni_logo

Noi Abbiamo Scelto Banca Etica