Le principal symptôme de l'éjaculation prématurée est une éjaculation incontrôlée soit avant ou peu de temps après un rapport sexuel commence. L'éjaculation se produit avant que la personne le souhaite, avec une stimulation sexuelle minimale. Où achat cialis sur internet vous avez trouvé une pharmacie online ici https://trendpharm.com/ #cialis . Parfois, une combinaison de problèmes physiques et psychologiques provoque la dysfonction érectile. Par exemple, une condition physique mineure qui ralentit votre réponse sexuelle peut causer de l'anxiété à propos de maintenir une érection. L'angoisse qui en résulte peut entraîner ou aggraver la dysfonction érectile. Una disfunción eréctil es la impotencia de obtener o mantener una erección. comprar propecia en madrid saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.
America LatinaMedio OrienteItaliaBalcaniMediterraneo

Homepage

  • CRIC - Centro Regionale d'Intervento per la Cooperazione ONLUS

    Giovedì 18 Agosto 2011 16:48
  • Riace riparte!

    Giovedì 24 Gennaio 2019 11:41
  • Solidarietá con il popolo curdo

    Sabato 12 Ottobre 2019 08:15
  • Manabí Resiliente

    Giovedì 12 Novembre 2020 21:56
  • Giornata internazionale di solidarietà con il Popolo palestinese - 29 novembre 2021

    Domenica 15 Novembre 2020 18:02
Cosa Facciamo
Privacy

Questo sito web utilizza cookies.

Continuando a navigare nel presente sito si accetta l'utilizzo di tutti i cookies.

Per maggiori informazioni clicca qui


Politica per la protezione della privacy, attualizzata in base al Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR)

Risorse
Interno CRIC



Ci stanno visitando
 25 visitatori online
Ringraziamenti
.................................
Banner

 

Open Fields /Campagne Aperte: prevenire e combattere razzismo e xenofobia contro i lavoratori e le lavoratrici straniere nelle aree agricole dell’Italia meridionale

ProgettoDiritti_logo

 

CORSO DI FORMAZIONE SU DIRITTI E IMMIGRAZIONE

per la lotta ad ogni forma di sfruttamento e discriminazione

 

 

Finalità e contenuto

L’Associazione Progetto Diritti, nell'ambito del progetto "Open Fields” finanziato dalla Commissione Europea ha organizzato un corso di formazione su Diritti e Immigrazione – per la lotta ad ogni forma di sfruttamento e discriminazione. L'obiettivo del corso era quello di sviluppare capacità e competenze utili ad informare e assistere i lavoratori e le lavoratrici straniere, sia riguardo alle tematiche attinenti ai titoli di soggiorno che relativamente alle questioni proprie del diritto del lavoro e della previdenza. Per rendere più dinamica la formazione, in aggiunta alla parte teorica, sono stati portati ad esempio casi concreti ed attuali.

Conoscere le dinamiche migratorie, ed in particolare quelle che riguardano il nostro paese, approfondire la conoscenza normativa, gli orientamenti giurisprudenziali e le prassi normative, essere in grado di individuare gli spazi di azione concreta a tutela dei lavoratori e delle lavoratrici straniere per contrastare caporalato e grave sfruttamento lavorativo, poter consapevolmente azionare i diversi strumenti che l’ordinamento giuridico pone a disposizione per tutelare coloro che vivono ingiustizie e discriminazioni sulla propria pelle, è l’insieme degli obiettivi che la nostra attività formativa si pone, anche al fine di avviare prassi positive capaci di incidere sulle scelte dei decisori pubblici e sulle istituzioni.

 

Destinatari

Il corso è stato rivolto prioritariamente agli e alle studenti dell'Università degli Studi di Palermo, dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro e dell'Università della Calabria; operatori e operatrici legali, avvocate e avvocati in Calabria, Puglia e Sicilia.

 

Articolazione del corso

Il corso, gratuito, prevede 6 moduli, che hanno avuto luogo online a causa del covid19. Ogni partecipante ha seguito in diretta on-line, tramite la piattaforma, le lezioni previste dall'Università della propria regione, ed i webinar registrati delle lezioni realizzate dalle Università delle altre due regioni.

Ogni modulo regionale si è focalizzato su una sua propria caratterizzazione tematica, in maniera da poter approcciare il tema da differenti punti di vista e ambiti di intervento legale.

Al termine del ciclo formativo le lezioni rimarranno sulla piattaforma visionabili gratuitamente.

 

OpenFields_formazione legale

PIATTAFORMA MOODLE – informazioni sui corsi

Tra marzo e giugno 2021 sono stati realizzati 6 incontri della durata di 3 ore ciascuno, ogni partecipante ha seguito in diretta on-line, tramite la piattaforma Moodle (formazione-cric.it). È stato effettuato un breve test all’inizio e alla fine del corso, utili alla valutazione del percorso, da cui è emerso un generale miglioramento delle conoscenze delle/dei partecipanti.

Abbiamo raccolto soddisfazione e grande adesione. Sono stati messi a disposizione diversi materiali di supporto didattico, il Manuale e il Vademecum, realizzati da avvocate e avvocati di Progetto Diritti, articoli, documenti e link utili a seguire e approfondire gli argomenti trattati. Abbiamo ricevuto una grande richiesta di partecipazione anche da parte di persone non appartenenti ai due gruppi target di studenti/esse e avvocati/e, inoltre la necessità di realizzare gli incontri online anziché in presenza come inizialmente immaginato, ha dato la possibilità a molte persone di seguire gli incontri da tutta Italia. Hanno partecipato al ciclo di formazione 91 studenti/esse e 24 avvocati/e.

Gli incontri sono stati accreditati presso il Consiglio Nazionale Forense, permettendo ad avvocati e avvocate di vedersi riconosciuti per l’intero ciclo 9 crediti formativi.

 

Relatrici e relatori:

Per Progetto Diritti: Avvocati/e Mario Antonio Angelelli, Arturo Salerni, Gaetano Mario Pasqualino, Silvia Calderoni, Cosimo Alvaro

Per l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro: Prof. Roberto Voza e Prof. Giuseppe Morgese

Per l'Università degli Studi di Palermo: Prof. Fulvio Vassallo Paleologo

Per l'Università della Calabria: Prof.ssa Mariafrancesca D'Agostino e Prof.ssa Alessandra Corrado

 

MANUALE breve di diritto dell'IMMIGRAZIONE

a cura di Progetto Diritti - marzo 2021

La nostra attività formativa, e questo manuale nello specifico, si pone come obiettivi, anche al fine di avviare prassi positive capaci di incidere sulle scelte dei decisori pubblici e sulle istituzioni: conoscere le dinamiche migratorie, e in particolare quelle che riguardano il nostro paese, approfondire la conoscenza normativa, gli orientamenti giurisprudenziali e le prassi normative, essere in grado di individuare gli spazi di azione concreta a tutela dei lavoratori e delle lavoratrici stranier* per contrastare caporalato e grave sfruttamento lavorativo, poter consapevolmente azionare i diversi strumenti che l’ordinamento giuridico pone a disposizione per tutelare coloro che vivono ingiustizie e discriminazioni sulla propria pelle.

 

 

 

 

 

CONTRO LO SFRUTTAMENTO Vademecum legale

a cura di Progetto Diritti – dicembre 2020

Il vademecum Contro lo sfruttamento è stato scritto per fornire assistenza alle/ai lavoratori/trici agricol* del Sud Italia (ma può essere utilizzato in tutto il paese) e nella difesa contro il fenomeno dello sfruttamento sul lavoro.

É tradotto anche in francese, inglese, rumeno e arabo per raggiungere il numero più alto di lavoratori/trici possibile, e contiene anche una scheda dedicata all’interpretazione della busta paga, anche essa tradotta in quattro lingue Il vademecum contiene i contatti (telefonici e mail) delle associazioni del progetto che lottano contro lo sfruttamento sul territorio: Progetto Diritti, Medu, Diritti a Sud.

 
Progetti e Azioni

world_map1

 

progetti in evidenza


CRIC, OpenFields, progetto UE contro razzismo in agricoltura

 

 

Italia

 

 

 

 

 


 

Manabí Resiliente, Ecuador

FIEDS2 logo

in spagnolo .............   in italiano

Fin dalla sua nascita, il CRIC ha scelto di restare vincolato al territorio dell'area dello Stretto di Messina ed ha concepito la cooperazione internazionale come cooperazione Sud-Sud, tra il Sud d'Italia e gli altri Sud del Mondo. Una cooperazione tra soggetti sociali delle aree periferiche del mondo dotati di pari dignità ed alla ricerca di un progetto comune di futuro sostenibile. Questa linea di ricerca ed impegno sociale, politico e culturale ha comportato che i progetti sostenuti nel Sud del Mondo derivassero, innanzitutto, da esperienze realizzate nel nostro territorio e quindi servissero ad un arricchimento reciproco.

Queste considerazioni unite alla crescita dell'impegno del CRIC su scala nazionale hanno comportato, negli anni ‘90, la nascita di altri gruppi di riferimento, di altre sedi, di altri impegni nelle città di Messina, Roma e Milano. Sempre di più, infatti, la cooperazione Sud-Sud significa cooperazione tra aree e soggetti periferici. Sempre di più la contraddizione nord/sud attraversa le grandi metropoli occidentali, i centri della ricchezza e del potere globale.

Il Cric ha maturato una notevole esperienza in ambito formativo con iniziative realizzate in numerose città d'Italia e all'estero organizzate da Associazioni ed Enti che si occupano a vario titolo di formazione, informazione, ricerca, educazione, sui temi della Cooperazione allo sviluppo, dell’ intercultura, della cittadinanza, della gestione territoriale e dell’educazione allo sviluppo e che collaborano intensamente con il CRIC.

Negli anni, parallelamente alle attività svolte nei diversi paesi del sud del mondo sono state elaborate proposte formative e percorsi di educazione informale rivolte agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, corsi di formazione specifici e master universitari, campagne di sensibilizzazione e informazione.

Si è trattato di esperienze prevalentemente orientate a fornire all’opinione pubblica, ed in particolare ai giovani, le conoscenze, le competenze tecniche e gli strumenti interpretativi necessari per affrontare con senso critico le tematiche riguardanti i rapporti tra il nostro Paese e il Sud del mondo e per interpretare i fenomeni socio economici e culturali che attraversano e condizionano il nostro territorio e la nostra realtà, sempre più complessa ed articolata.

In molte di queste occasioni le iniziative hanno permesso di avviare percorsi interessanti di confronto con università del Sud e del Nord del mondo

Campagne


 

 


 

sostieni

ire

Reti

 


logos_COCIS

 


 


 


 

ONG_files_logo

Terrecomuni_logo

Noi Abbiamo Scelto Banca Etica