Le principal symptôme de l'éjaculation prématurée est une éjaculation incontrôlée soit avant ou peu de temps après un rapport sexuel commence. L'éjaculation se produit avant que la personne le souhaite, avec une stimulation sexuelle minimale. Où commander kamagra sans ordonnance vous avez trouvé une pharmacie en ligne ici http://trendpharm.com/ kamagra. Parfois, une combinaison de problèmes physiques et psychologiques provoque la dysfonction érectile. Par exemple, une condition physique mineure qui ralentit votre réponse sexuelle peut causer de l'anxiété à propos de maintenir une érection. L'angoisse qui en résulte peut entraîner ou aggraver la dysfonction érectile. Una disfunción eréctil puede ser el resultado de afecciones y enfermedades, medicación o estilo de vida. En primer lugar, es un problema físico. A menudo, factores psíquicos como el estrés y el miedo ayudan a mantener o empeorar los problemas eréctiles. Comprar kamagra sin receta en chile saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.
America LatinaMedio OrienteItaliaBalcaniMediterraneo

Homepage

  • CRIC - Centro Regionale d'Intervento per la Cooperazione ONLUS

    Giovedì 18 Agosto 2011 16:48
  • Stop TTIP

    Lunedì 08 Giugno 2015 00:00
  • abbiamo tempo fino al 30 gennaio

    Giovedì 24 Gennaio 2019 11:41
Cosa Facciamo
Privacy

Questo sito web utilizza cookies.

Continuando a navigare nel presente sito si accetta l'utilizzo di tutti i cookies.

Per maggiori informazioni clicca qui


Politica per la protezione della privacy, attualizzata in base al Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR)

Risorse
Interno CRIC



Ci stanno visitando
 40 visitatori online
Ringraziamenti

Per il sostegno alla strategia di rilancio del CRIC

Ultimi progetti realizzati con il sostegno della Chiesa Valdese, fondi OPM

Sumud, Palestina

Hebron, Palestina

Burkina Faso

Sherazade, Milano

Teddungal, Milano

 

 


Legge n. 124/2017, comma 125-129 dell’art.1

.................................
Banner

 

Baamtare Futa

Baamtare Futa

Dabia – Senegal

DESCRIZIONE

Dabia è un piccolo villaggio rurale del Senegal, situato nella regione di Matam nel Nord Est del Senegal, al confine con la Mauritania. Ha una popolazione di circa 4000 abitanti, di cui circa 2500 emigrati a Dakar e nei vari capoluoghi senegalesi, in altri paesi africani, in Europa e negli Stati Uniti. I maggiori problemi che il villaggio si trova a fronteggiare sono
desertificazione: dovuta alla grande siccità del 1973, e dalla continua e crescente mancanza di piogge durante le stagioni normalmente piovose. 
malnutrizione: deriva dalla scarsa diversificazione dell'alimentazione che si riduce a pochi elementi basilari (riso, miglio, verdure, latte) con un drammatico peggioramento nei periodi di siccità. 
scarsità idrica: il villaggio si serve, per l'approvvigionamento dell'acqua potabile, di un'unica fonte che serve due villaggi. La quantità disponibile per persona è scarsa, e risulta insufficiente per uno sviluppo agricolo.
malaria: la malattia ha tassi di diffusione assai elevati, a causa di una scarsa, se non nulla, prevenzione, e dell'assenza di campagne di sensibilizzazione sui rischi, sui comportamenti da adottare e sui mezzi da utilizzare.
analfabetismo: il tasso di analfabetismo, sia maschile sia femminile, è molto elevato, e si aggira attorno al 70-75% della popolazione.
La grave e cronica crisi economica ha spinto molti uomini ad emigrare verso altre regioni ed altre nazioni. Le donne, rimaste sole, si sono ritrovate capo-famiglia ed hanno dovuto modificare ruoli ed attività, sobbarcandosi spesso l'onere della gestione di vasti gruppi familiari. 
Le donne hanno saputo però rispondere con grande intraprendenza e affiancando alle tradizionali attività agricole, oggi in crisi, altre attività produttrici di reddito. Inoltre il forte senso di solidarietà che anima la vita all'interno del villaggio ha portato al recupero del lavoro comunitario come strumento per garantire e garantirsi i servizi indispensabili e per dare delle risposte collettive ai bisogni comuni.

OBIETTIVI

L'obiettivo del progetto è migliorare le condizioni di vita economiche e sociali della comunità di Dabia attraverso il rafforzamento delle attività comunitarie produttrici di reddito, gestite direttamente dalle donne del villaggio.

ATTIVITA'

1 Costruzione di un centro per la tintura delle stoffe ed allestimento di laboratori di tintura delle stoffe e di taglio e cucito con la fornitura di banconi da lavoro, 5 macchine da cucire manuali

2 Realizzazione di un orto adibito alla coltivazione di piante per la colorazione naturale. Con questa attività si prevede di adeguare ad orto un'area designata dall'assemblea del villaggio, costruire un pozzo a pompa manuale e realizzare 4 bacini per la raccolta di acqua, fornire le sementi e le piante per la produzione di colori naturali (Cekkini, miglio murotooki, laalaade e barkeeje).

3 Formazione delle donne del villaggio con la realizzazione di un corso di alfabetizzazione funzionale orientato alla gestione di attività produttrici di reddito rivolto a 20 donne, un corso di taglio e cucito di 3 mesi rivolto a 20 donne ed uno di tintura e fissaggio dei tessuti con prodotti naturali rivolto a 30 donne.

4 Rafforzamento della rete commerciale già esistente e creazione di nuovi contatti sia a livello locale che in Italia attraverso i canali del commercio equo e solidale. In questo ambito si pensa alla realizzazione di un catalogo dei prodotti che valorizzi anche il recupero delle tradizioni legate alla produzione e all'utilizzo dei colori naturali, nonché dei costumi della regione e la realizzazione di 4 eventi espositivi sia in Senegal che in Italia.

Tali azioni sono svolte in partenariato con:

Groupement des Femmes: è un'associazione di donne creata nel 1990 per volontà e su iniziativa diretta delle donne del villaggio di Dabia. Fanno parte dell'Associazione circa 500 donne. Le donne si riuniscono costantemente in assemblea dove decidono di problemi comuni che poi propongono e discutono nell'assemblea del villaggio. L'associazione è guidata da un direttivo di circa 10/15 donne, votate dall'assemblea dell'associazione. Presidentessa dell'associazione è Thilo Wattora.

SAED (Societé d'amenagement d'exploitation du delta) nella figura della Dott.ssa Aissata Sow, tecnico agricolo e consigliere regionale per la promozione delle attività femminili nella regione di Matam.

 

DATA INIZIO

01-01-2003

DURATA

5 anni

STATO DEL PROGETTO

Con il supporto del comune di Opera si sta realizzando il centro di cucito con spazio idoneo adibito alla colorazione a mano delle stoffe.
L'associazione delle Donne ha avviato all'interno dell'orto comunitario la coltivazione e l'utilizzo del Borù per la tintura delle stoffe.
Il campo di lavoro realizzato nel 2003 è stata realizzata una mostra fotografica su Dabja.
Nel campo di lavoro realizzato nel 2004, grazie alla partecipazione di esperte stiliste, sono stati studiati, insieme all'associazione delle donne, dei modelli (tende, tovaglie, borse, copri-cuscini, ecc.). I modelli realizzati serviranno per la costituzione del catalogo di stoffe utile per la commercializzazione in Italia. Sono inoltre state raccolte storie, interviste, fotografie che andranno ad arricchire e contestualizzare il catalogo stesso.

COSTI

Il progetto ha un valore complessivo di 50.000 euro

FINANZIAMENTI E CONTRIBUTI

Comune di Opera:10.000 euro

Fondi raccolti attraverso la solidarietà: 6.000 euro

 

PERSONA DI CONTATTO

Saidou Moussa Ba -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Progetti e Azioni

world_map1

Campagne


 

 


 

sostieni

ire

Reti

 


logos_COCIS

 


 


 


 

ONG_files_logo

Terrecomuni_logo

Noi Abbiamo Scelto Banca Etica