Le principal symptôme de l'éjaculation prématurée est une éjaculation incontrôlée soit avant ou peu de temps après un rapport sexuel commence. L'éjaculation se produit avant que la personne le souhaite, avec une stimulation sexuelle minimale. Où achat cialis sur internet vous avez trouvé une #pharmacie online ici https://trendpharm.com/ cialis . Parfois, une combinaison de problèmes physiques et psychologiques provoque la dysfonction érectile. Par exemple, une condition physique mineure qui ralentit votre réponse sexuelle peut causer de l'anxiété à propos de maintenir une érection. L'angoisse qui en résulte peut entraîner ou aggraver la dysfonction érectile. Una disfunción eréctil es la impotencia de obtener o mantener una erección. compra cialis generico españa saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.
America LatinaMedio OrienteItaliaBalcaniMediterraneo

Homepage

  • CRIC - Centro Regionale d'Intervento per la Cooperazione ONLUS

    Giovedì 18 Agosto 2011 16:48
  • Fermiamo la strage subito!

    Lunedì 08 Giugno 2015 00:00
  • NAQBA, 15 maggio 1948, ma l'occupazione continua

    Mercoledì 04 Aprile 2018 00:00
  • #GlobalActionDayForAfrin

    Mercoledì 04 Aprile 2018 00:00
  • Incontri

    Mercoledì 04 Aprile 2018 11:10
Cosa Facciamo
Privacy

Questo sito web utilizza cookies.

Continuando a navigare nel presente sito si accetta l'utilizzo di tutti i cookies.

Per maggiori informazioni clicca qui


Politica per la protezione della privacy, attualizzata in base al Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR)

Risorse
Interno CRIC



Ci stanno visitando
 27 visitatori online
Ringraziamenti

Per il sostegno alla strategia di rilancio del CRIC

Ultimi progetti realizzati con il sostegno della Chiesa Valdese, fondi OPM

Sumud, Palestina

Hebron, Palestina

Burkina Faso

Sherazade, Milano

Teddungal, Milano

 

 


Legge n. 124/2017, comma 125-129 dell’art.1

.................................
Banner

 

ZAGHARIT. Recupero della cultura Saharawi e rafforzamento delle attività economiche tradizionali

ZAGHARIT. Recupero della cultura Saharawi e rafforzamento delle attività economiche tradizionali

 

Campi profughi di Tindouf - Algeria - RASD (Repubblica Araba Saharawi Democratica)

DESCRIZIONE

Il Sahara Occidentale è un territorio di circa 266000 km2 che confina al Nord con l'Oceano Atlantico ed il Marocco, con la Mauritania a sud e con l'Algeria ad est. E' uno dei paesi più spopolati al mondo, il suo territorio è inospitale, soggetto a tormente di sabbia e a forte escursione termica.

I saharawi, fuggiti dalla repressione marocchina, hanno trovato rifugio nel territorio algerino; in particolare i campi profughi sono localizzati nella parte più ad ovest dell'Algeria, nei pressi di Tindouf.

Il progetto, nato da una proposta della Scuola per le donne "27 Febbraio", mira a sostenere il percorso di emancipazione e liberazione che le donne saharawi hanno avviato all'interno della propria società.

Ha come componente centrale la collaborazione e l'interscambio tra istituzioni pubbliche (Ministero dell'Educazione, dell'Economia, dello Sviluppo e Cooperazione, il Centro Nazionale per la Formazione e la Produzione "27 Febbraio" e l'UNMS) sulle tematiche che mirano al superamento della discriminazione sessuale e alla promozione ed adozione di politiche di genere.

Attualmente le donne saharawi gestiscono completamente la vita quotidiana degli accampamenti, intrecciando la lotta per l'autodeterminaizone del popolo con quella per la propria liberazione come donne. Coscienti della stretta connessione che esiste tra il sapere e il potere, le donne saharawi hanno colto l'esigenza di formare nuove figure professionali necessarie, oggi, per migliorare la vita quotidiana nei campi, e, una volta raggiunta la pace, per garantire la presenza delle donne nella società saharawi, in tutte le sedi politiche, economiche e culturali.

OBIETTIVI

Promozione del miglioramento degli standard di vita delle donne Saharawi e del loro sviluppo socio-economico tramite il sostegno alle organizzazioni economiche autogestite istituite dalle donne Saharawi, il miglioramento della qualità della produzione artigianale e il rafforzamento dell'attuale contesto di formazione professionale.

ATTIVITA'

Riabilitazione dei locali della scuola "27 febbraio": comprende la ristrutturazione dell'intero complesso e la riorganizzazione degli spazi per la creazione dei laboratori, che verranno forniti delle attrezzature necessarie.

 

Installazione del laboratorio informatico: il laboratorio è un punto centrale di varie attività del progetto, dalla formazione in tecnologie informatiche, alla raccolta e sistematizzazione dell'informazione sulle tradizioni e la cultura saharawi, alla preparazione del materiale per la diffusione dei dati.

 

Installazione dei laboratori artigianali: verrà potenziato il laboratorio di tessitura esistente e creato un laboratorio di maglieria, entrambi finalizzati a recuperare la tradizione tessile delle donne saharawi, avviare una produzione di questi manufatti che permetta alle donne, riunite in cooperativa, di ottenere un'entrata economica, anche attraverso la commercializzazione nel circuito equo e solidale.

 

Formazione delle donne, intesa come processo necessario per la creazione di nuove figure professionali, che garantiscano una presenza femminile nei vari campi della società saharawi. Le attività formative riguarderanno principalmente le tecnologie informatiche e loro applicazione in alcuni settori di attività, come gestione contabile e pubblica amministrazione; editoria, database di biblioteca e gestione di archivi; disegno di pagine web, cd-rom; riparazione di computer ed accessori. Inoltre verranno realizzati corsi teorici e pratici di maglieria e di tessitura con telai orizzontali e verticali. Infine, il progetto realizzerà corsi di guida dedicati alle donne saharawi.

 

Informazione e Sensibilizzazione: verrà creato un database e si sistematizzerà la documentazione raccolta sulla cultura Sahrarawi, i saperi e le tradizioni, per promuovere la riscoperta e valorizzazione della cultura tradizionale e per contrastare il processo di progressiva perdita dell'identità, particolarmente da parte delle giovani generazioni, costrette a lasciare il paese per proseguire gli studi. La raccolta e diffusione del materiale (leggende, storie, poemi, racconti, e canzoni) verrà curata dalle donne saharawi supportate da una antropologa e con il coinvolgimento di tutta la comunità dei campi. Tutti i materiali prodotti verranno pubblicati su un sito web e raccolti in un Cd-rom multilingue, che tratterà i vari aspetti della cultura saharawi (lingua, religione, storia, letteratura, musica e medicina tradizionale); il cd-rom, pensato come un dizionario enciclopedico in cui ogni vocabolo verrà descritto da un'immagine e dal termine corrispondente nelle lingue Hassaniya, Saharawi e Spagnola, sarà uno strumento didattico essenziale per preservare la cultura saharawi. Infine, i materiali prodotti saranno utilizzati in Italia per attività di informazione e sensibilizzazione e per facilitare uno scambio tra le culture.

 

 

DATA INIZIO

01-12-2004

DURATA

3 anni

COSTI

881.800,00 euro

FINANZIAMENTI E CONTRIBUTI

Il progetto è finanziato per il 74% dall'Unione Europea (linea di finanziamento B7-6000)

 

 

PERSONA DI CONTATTO

Grazia Valenzano http://www.zagharit.org/ - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Progetti e Azioni

world_map1

Campagne


 

 


 

sostieni

ire

Reti

 


logos_COCIS

 


 


 


 

ONG_files_logo

Terrecomuni_logo

Noi Abbiamo Scelto Banca Etica