Le principal symptôme de l'éjaculation prématurée est une éjaculation incontrôlée soit avant ou peu de temps après un rapport sexuel commence. L'éjaculation se produit avant que la personne le souhaite, avec une stimulation sexuelle minimale. Où commander kamagra sans ordonnance vous avez trouvé une pharmacie en ligne ici http://trendpharm.com/ #kamagra. Parfois, une combinaison de problèmes physiques et psychologiques provoque la dysfonction érectile. Par exemple, une condition physique mineure qui ralentit votre réponse sexuelle peut causer de l'anxiété à propos de maintenir une érection. L'angoisse qui en résulte peut entraîner ou aggraver la dysfonction érectile. Una disfunción eréctil puede ser el resultado de afecciones y enfermedades, medicación o estilo de vida. En primer lugar, es un problema físico. A menudo, factores psíquicos como el estrés y el miedo ayudan a mantener o empeorar los problemas eréctiles. Comprar cialis españa saber cuál es el medicamento ideal para usted depende de diferentes factores.
America LatinaMedio OrienteItaliaBalcaniMediterraneo

Homepage

  • CRIC - Centro Regionale d'Intervento per la Cooperazione ONLUS

    Giovedì 18 Agosto 2011 16:48
  • Stop TTIP

    Lunedì 08 Giugno 2015 00:00
  • Fermiamo la strage subito!

    Lunedì 08 Giugno 2015 00:00
  • NAQBA, 15 maggio 1948

    Lunedì 16 Maggio 2016 05:38
Cosa Facciamo
Cookies

Questo sito web utilizza cookies.

Continuando a navigare nel presente sito si accetta l'utilizzo di tutti i cookies.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Risorse
Interno CRIC



Ci stanno visitando
 55 visitatori online

Sostieni il CRIC! Basta una FIRMA!

Banner

 

dati dei danneggiamenti e dei primi interventi. fonte UNDP

Terremoto in Ecuador

raccolta fondi unitaria

Aiutaci a portare i primi aiuti come tende, medicinali, alimenti, vestiti, in base alle necessità che si individueranno assieme con le autorità locali e comunità colpite.

Aiutaci a ricostruire insieme a loro la speranza nel futuro.

Puoi contribuire fin da subito con bonifico bancario a: c/c bancario n. 7876 Banca Etica sede di Firenze, Via dell’Agnolo, 73/R IBAN IT12 P050 1802 8000 0000 0007 876 (intestato a: COSPE – Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti, Via Slataper, 10 – 50134 Firenze) specificando come causale “Terremoto Ecuador”.

I fondi saranno gestiti in forma coordinata dalle 4 ong promotrici di questa campagna di solidarietà e in permanente dialogo con le autorità nazionali responsabili della gestione dell'emergenza.

 

 

I  danni registrati fino ad ora, a due giorni dalle prime scosse di magnitudo 7.8 scala Richter, sono altissimi e destinati a salire: 413 vittime, più di 2.600 feriti, 3000 sfollati, centinaia di abitazioni e edifici distrutti o seriamente danneggiati, comprese scuole e centri di salute. Vie di comunicazione inaccessibili, sedi di organizzazioni sociali crollate e attività economiche locali messe in ginocchio.

Molto grave la situazione nelle zone costiere delle province di Esmeraldas e Manabì (qui si contano il numero più alto di vittime) Santa Elena, Guayas, Santo Domingo, Pichincha. Per la sua intensità il terremoto ha scosso anche la capitale del Paese, Quito, a quasi 200 km di distanza dall’epicentro ed è stato percepito nei territori confinanti di Colombia e Perù.

Questo disastro ferisce le comunità costiere ecuadoriane già colpite nelle scorse settimane dalle inondazioni per il Fenomeno del Niño e infligge un nuovo duro colpo al paese latinoamericano e al suo modello di sviluppo alternativo basato sul Buen Vivir, sulla sovranità alimentare e sull'economia solidale.

Nonostante una forte mobilitazione interna che vede centinaia di professionisti tra personale medico e paramedico, gruppi soccorritori, specialisti inviati dal governo ecuadoriano, 4600 agenti della polizia nazionale e 10.000 militari della forza armata e oltre un migliaio di volontari, anche COSPE, CRIC, Mani tese, Terra Nuova, tutte ong già presenti nel paese con progetti di cooperazione allo sviluppo, si stanno mobilitando per raccogliere fondi e rispondere all’attuale stato di emergenza.

Ma dalla tragedia bisogna rialzarsi con ancora maggiore determinazione, uniti, solidali e ancor più determinati a trasformare l'Ecuador in una terra di equità, giustizia. Un Ecuador capace di costruire e gestire il suo sviluppo scommettendo sulla riduzione dei disastri. Affinché fenomeni naturali quali i terremoti siano sempre meno devastanti. Abbiamo unito i nostri sforzi e siamo qui in Ecuador insieme alle comunità locali, contadine e urbane che soffrono questa tremenda tragedia.

 

(fonte della foto: profilo Facebook di un fotografo - da Jama)

Informe-de-situacion-32-21.04.2016

Informe-de-Situación-22-SGR-20160418

 
Progetti e Azioni

world_map1

Campagne


sblocchiamoli

 


 

sostieni

ire


logos_COCIS

 


 

 


 

ONG_files_logo


 

Terrecomuni_logoNoi Abbiamo Scelto Banca Etica